Domenica 20 Agosto 2017
Copercom
Archivio archivio RSS rss Condividi condividi
Notizie
MANIFESTO COPERCOM PER LA 51ª GMCS: LAICI E CATTOLICI NELLA COMUNICAZIONE GLOBALE
Noi, presidenti e delegati delle 29 associazioni aderenti al Copercom, accogliamo con entusiasmo l’invito di Papa Francesco a “comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. Consapevoli dello “scandalo del male” che percorre la vita di persone, famiglie e comunità, non vogliamo arrenderci a una comunicazione in ostaggio delle “cattive notizie”, frutto di una pervasiva negatività che sembra aver catturato il cuore e la ragione dell’umanità. Anzi, riteniamo di dover ostacolare il malumore, la rassegnazione e l’apatia, indossando gli “occhiali giusti” per leggere la realtà alla ricerca della buona notizia e dei testimoni della speranza e della fiducia. Certi che la Buona Notizia è il “Vangelo di Gesù”, ci impegniamo da comunicatori cattolici a costruire una narrazione contrassegnata dalla “logica della buona notizia” nel campo aperto della comunicazione globale, ben consapevoli della sfida posta dalla laicità
GALANTINO (CEI) A "TOSCANA OGGI"
“I giornalisti, in questo momento, hanno più che mai una grandissima responsabilità nel mettere al centro l’uomo e non l’interesse di chi li paga, della carriera o del pensiero unico”. Hanno “una grande influenza e responsabilità”, ma occorre che siano “uomini veramente liberi”, così monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei
DIETRO LA GRADEUR DI MACRON
“Dietro all’emergenza migranti si nascondono gli appetiti d’una nazione che nutre da sempre velleità di egemonia e di potenza”. Lo scrive Stefano Di Battista, direttore di “Anspi Oratori e circoli”, a proposito della Francia. In questo “desiderio di potenza – ricorda – Parigi non ha mai avuto scrupoli”
PREVENZIONE DEL BULLISMO IN RETE
“Il cyberbullismo rappresenta oggi uno dei maggiori rischi nel complesso rapporto fra gli adolescenti e la Rete. È sotto gli occhi di tutti. Nessun ragazzo, però, nasce bullo o cyberbullo. E nessuna tecnologia è di per sé buona o cattiva”. Lo scrive la sociologa Rebecca Andreina Papa, esperta di media education, nell’ultimo numero de “Il Telespettatore”
IN "FILMCRONACHE" (ANCCI)
Il cinema, di fronte al rinnovato successo delle serie televisive, non rischia di scomparire. Così come non rischia il piccolo schermo nei confronti della rete. Perché tv, cinema e web sono “schermi comunicanti”. Lo affermano Claudio Gotti e Matteo Marino, critici cinematografici, in un articolo pubblicato da "Filmcronache" (trimestrale dell’Ancci)
SUL CASO LE REAZIONI DEI PRESIDENTI BASSETTI (CEI), GIGLI (MPV) E GONTERO (AGESC)
Alla fine i genitori di Charlie Gard, il piccolo di 11 mesi colpito da una rara malattia genetica, si sono arresi: “È tempo che vada e che stia con gli angeli. Non vivrà fino al suo primo compleanno. Siamo così addolorati per non essere riusciti a salvarlo”. Lo ha detto ieri (24 luglio) il padre Chris (nella foto con la moglie Connie) durante l’udienza all’Alta Corte di Londra. Per Charlie “non c’è più tempo”, ha spiegato il legale dei due coniugi: dopo gli ultimi rapporti medici, la famiglia ha deciso di ritirare la richiesta di trasferire il figlio negli Stati Uniti per una cura sperimentale contro la deplezione del Dna mitocondriale – impedisce alle cellule di rigenerarsi, indebolendo la muscolatura e il sistema nervoso. Insomma troppo tempo si è perso nelle aule dei tribunali. Né l’appello del Papa né quello di Donald Trump, né tantomeno la commozione dell’opinione pubblica mondiale, avevano scalfito l’intransigenza del giudice della Corte suprema britannica, Nicholas Francis, che ha confermato il verdetto dello scorso aprile. Quindi, si staccherà la “spina”, per consentire a Charlie, così i medici del Great Ormond Street Hospital, una “morte dignitosa”, evitandogli maggiori sofferenze
PER I GENITORI DI CHARLIE GARD
Si è tenuta ieri (23 luglio), davanti all’Alta Corte di Londra, una marcia per le cure sperimentali a Charlie Gard, il bimbo di 11 mesi colpito da una rara malattia genetica. Il caso verrà discusso oggi con la presentazione di nuovi esami medici. Gigli (Mpv): Londra non neghi la libertà di movimento ai genitori
IL MANIFESTO DI AZIONE CATTOLICA
“Vogliamo più Europa”. Un’Unione “più solidale, democratica e unita”. Questo, in estrema sintesi, l’appello del Manifesto per l’Europa presentato il 22 luglio a Roma alla Summer School 'Acting EurHope', organizzata dall’Istituto “Toniolo” (Azione cattolica) in collaborazione con Caritas, Focsiv e Missio
PRESIDENTE CEI BASSETTI AD ANSPI
​“Occorrono formatori forgiati col fuoco dello Spirito, dediti a Dio e ai ragazzi, testimoni e guide di riferimento per i tanti educatori che decidono di fare dell’oratorio la propria missione”. Lo ha detto il 22 luglio a Perugia il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, ai formatori nazionali del progetto Anspi “Oratorio 20.20L”
LE ACLI NEI LUOGHI DEL SISMA
Il 27 luglio la presidenza nazionale delle Acli visiterà i Comuni del Centro Italia colpiti (il 24 agosto 2016) dal terremoto, riunendosi poi ad Ascoli Piceno per una seduta straordinaria aperta a giornalisti e volontari. “Siamo orgogliosi di portare il nostro contributo ai concittadini vittime del terremoto”, afferma il presidente Roberto Rossini
LA PROPOSTA DI AIART: UNA PARTE DEL CANONE A CIÒ CHE GLI UTENTI VOGLIONO VEDERE
di Massimiliano Padula*
Cambia direttore. Non cambia la sostanza. L’avvicendamento alla direzione generale Rai tra Antonio Campo Dall’Orto e Mario Orfeo è solo l’ennesimo episodio di quello che sta ormai diventando un circo delle nomine. Esce uno, entra l’altro senza un’autentica progettualità. Il risultato? Un servizio pubblico sempre più distante dal Paese reale. Nonostante l’Aiart non sia stata tra i critici più agguerriti di Campo Dall’Orto (abbiamo sperato nella sua visione e capacità di innovazione), non abbiamo mai nascosto una parziale delusione sul suo operato che ha mancato, anzitutto, di una visione prospettica ed è stato contraddistinto da alcuni scivoloni. Tra questi, la mancanza di una politica seria relativa ai compensi, quanto mai fondamentale per garantire quella trasparenza che ogni istituzione pubblica dovrebbe assicurare
PEDOFILIA, IL CASO RATISBONA
​“Con fermezza dico mai più, mai più queste tragedie. Basteranno le scuse e il risarcimento? Gli abusi sessuali e i maltrattamenti sono stati documentati. E ancora si discute difendendo l’indifendibile. Troppe vittime. Tanti irresponsabili. Già, tanta vergogna…”. Così don Fortunato Di Noto, fondatore di Meter onlus, commenta la vicenda di Ratisbona
INCONTRO COI FORMATORI ANSPI
In occasione dello stage associativo annuale il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, incontrerà il 22 luglio a Perugia i formatori nazionali del progetto Anspi “Oratorio 20.20L”. Ad accogliere il porporato ci sarà anche Giuseppe Dessì, presidente dell’Associazione nazionale San Paolo Italia
INTERVERRÀ GALANTINO (CEI)
Aperte le iscrizioni per il seminario nazionale del Masci: “I cambiamenti in atto: timori e opportunità” (Roma, 11-12 novembre). Lo scopo, spiegano gli Adulti scout cattolici, è “riconoscere e interpretare ogni forma di cambiamento, in una continua esplorazione della città, della Chiesa e dei propri ambienti di vita”. Interverrà il segretario generale Cei Galantino
I MEDIA ITALIANI IGNORANO L'AFRICA?
Padre Alex Zanotelli (nella foto), direttore della rivista “Mosaico di Pace”, invita la stampa italiana ad avere “il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa (sono poche purtroppo le eccezioni in questo campo!)”. Questa “generalizzazione – scrive nel sito Ucsi Maurizio Di Schino, inviato di Tv2000 – mi avvilisce”
IL PRESIDENTE TRUFFELLI (AC)
“Le realtà che promuovono questa Summer School vedono ancora l’Europa comunitaria come una speranza per il nostro tempo”. Così Matteo Truffelli, presidente dell’Azione cattolica, ha inaugurato il 18 luglio a Roma la scuola estiva “Acting EurHope” dell’Istituto “Giuseppe Toniolo”
VERRÀ ASSEGNATO A VENEZIA
In occasione della 74esima Mostra del cinema (30 agosto - 9 settembre) verrà assegnato al regista Gianni Amelio (nella foto) il Premio “Robert Bresson” 2017, promosso da Fondazione Ente dello Spettacolo e “Rivista del Cinematografo”. La cerimonia si terrà al Lido di Venezia
IL SEGRETARIO CEI ALL'AIART
di Nunzio Galantino*
Speranza e fiducia. Sono queste le due istanze che accendono il motore della nostra azione di comunicatori. Ancora di più in questo tempo afflitto da angoscia e paura e dal nostro effimero sintonizzarci sulle cattive notizie. Papa Francesco ce lo chiede ogni giorno, testimoniando se stesso e una Chiesa che si fa madre
DON PATRICIELLO: FERMIAMO I PEDOFILI
L’inferno esiste, eccome. Lo scrive in un post su Facebook don Maurizio Patriciello (nella foto: si batte contro gli sversamenti illegali e la gestione corrotta dei rifiuti tra Napoli e Caserta) a proposito della pedofilia e pedopornografia. Ad Avola (Siracusa) ha incontrato don Fortunato di Noto e l’associazione Meter, in prima linea nella tutela dei minori
SEMINARIO IN VISTA DI CAGLIARI
L’annuale seminario di studi e formazione di Mcl si terrà dal 7 al 9 settembre a Senigallia (Ancona) sul tema della 48esima Settimana sociale dei cattolici italiani (Cagliari, 26-29 ottobre): “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale”. Perché, spiega una nota, soltanto così potrà esserci “sviluppo dell’Italia e crescita dell’Europa”
INIZIATIVA DI UCSI TOSCANA E ODG
Come raccontare il reale nel mondo delle fake news. Se ne parlerà alla quinta edizione di “Nuove reti, rinnovate professioni”, promossa da Ucsi Toscana e Ordine dei giornalisti a Quercianella (Livorno) l’1-2 settembre. Ci si confronterà, spiega l’Unione cattolica stampa italiana, “soprattutto con i comunicatori più giovani sui temi legati ai nuovi media”
AL XXVI SEMINARIO FISC
“Raccontare le povertà”. Questo il tema del XXVI seminario di aggiornamento “Alfio Inserra” promosso per gli operatori delle testate Fisc ma aperto a tutti i giornalisti. Si terrà dal 21 al 24 settembre al seminario vescovile di Nicosia (Enna). Lo organizza la delegazione siciliana della Federazione italiana settimanali cattolici
TERREMOTO CENTRO ITALIA
Il Masci ha raccolto finora quasi 62mila euro per le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Spiegano gli Adulti scout cattolici: “È fondamentale, soprattutto nell’emergenza, aiutare le persone a soddisfare i bisogni primari, ma non possono, anzi non devono, essere trascurati i bisogni che riguardano la sfera affettiva ed emotiva”  
SETTIMANA SOCIALE: NEL CANALE YOUTUBE I CONTRIBUTI DEL COPERCOM
Quattro video per camminare insieme. Nel canale YouTube del Copercom sono disponibili i filmati dell’incontro promosso il 14 giugno a Roma sulla 48esima Settimana sociale dei cattolici italiani (Cagliari, 26-29 ottobre). I video – con i contributi di monsignor Filippo Santoro (arcivescovo di Taranto e presidente del Comitato organizzatore, nella foto), Carlo Costalli (presidente del Movimento cristiano lavoratori) e Vania De Luca (presidente dell’Unione cattolica stampa italiana) – sono a disposizione delle ventinove realtà associative del Coordinamento. L’obiettivo, ricorda il presidente Domenico Delle Foglie, è sostenere sul territorio l’azione del Comitato promotore nel percorso di preparazione alla Settimana sociale. Occorre non solo dare risalto all’evento, ma muoversi tutti insieme nella direzione dei quattro registri comunicativi che scandiranno le giornate di Cagliari: denuncia, racconto, buone pratiche e proposte
ANSPI - Associazione Nazionale San Paolo Italia
21/05/2012
L'Anspi (Associazione Nazionale S. Paolo Italia) nasce durante il Concilio Vaticano II e ne recepisce le molte istanze di rinnovamento pastorale...
ACLI - Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani
21/05/2012
Le Acli, Associazioni cristiane lavoratori italiani, sono nate nel 1944 . Sono un'associazione di laici cristiani che promuove il lavoro e i lavoratori,...
FAES - Associazione Famiglia e Scuola
22/05/2012
L'Associazione Faes è sorta a Milano nel 1974 su iniziativa di un gruppo di genitori e insegnanti, con l'intento di promuovere la collaborazione educativa...
AIART - Associazione Italiana Ascoltatori Radio e Televisione
21/05/2012
L'Associazione Spettatori Aiart, acronimo di Associazione Italiana Ascoltatori Radio e Televisione, è una Onlus fondata nel 1954 per iniziativa dell'Azione...
GSLG - Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile
22/05/2012
Il Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile è un'associazione di promozione sociale come da legge 383/2000 fondata il 7 dicembre 1976 con atto...
UGCI - Unione Giuristi Cattolici Italiani
22/05/2012
L'Unione Giuristi Cattolici Italiani ha lo scopo di contribuire, secondo il suo Statuto, all'attuazione dei principi dell'etica cristiana nella scienza...
METER - Associazione Meter
22/05/2012
L'associazione «Meter» nasce ad Avola (Siracusa), per volontà del suo fondatore, don Fortunato Di Noto, che già in precedenza...
MED - Associazione Italiana per l'Educazione ai Media e alla Comunicazione
22/05/2012
Il Med, Associazione Italiana per l'Educazione ai Media e alla Comunicazione, è nato per volontà di un gruppo di docenti universitari, di professionisti...
UCSI - Unione Cattolica Stampa Italiana
22/05/2012
L'Ucsi è nata nel 1959 per iniziativa di alcuni prestigiosi giornalisti dell'epoca che, negli anni del dopoguerra, si erano ritrovati nell'Istituto...
WECA - Associazione dei Webmaster Cattolici Italiani
22/05/2012
L'associazione dei Webmaster Cattolici Italiani (Weca) è un'associazione apolitica, apartitica e senza alcuna finalità di lucro. Ma...
FISM - Federazione Italiana Scuole Materne
22/05/2012
Nel 1973 la Cei ha promosso la costituzione della FISM e nell'ottobre 1974, sulla base di esperienze associative provinciali già operanti, si tenne...
CCSP - Centro Culturale San Paolo
22/05/2012
Il Centro Culturale San Paolo – Onlus (Ccsp) nasce, a livello nazionale, verso la fine degli anni '90 come espressione culturale della...
AFN - Azione per Famiglie nuove onlus
22/05/2012
L’Associazione Azione Famiglie nuove onlus, nata nel 1998, si ispira e fa propri gli ideali di unità e fraternità universali che animano...
MCL - Movimento Cristiano Lavoratori
22/05/2012
Il Movimento Cristiano Lavoratori (Mcl) è un Movimento di lavoratori cristiani a carattere sociale, di solidarietà e volontariato senza...
PAOLINE ONLUS - Associazione Comunicazione e Cultura Paoline
22/05/2012
L'Associazione Comunicazione e Cultura Paoline onlus è un'organizzazione senza fine di lucro, nata il 22 aprile 2009 per promuovere la crescita...
UCIIM - Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi
22/05/2012
L'Uciim, associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti, ispettori, educatori e formatori della scuola statale e non statale, è nata nel...
EDS - Ente dello Spettacolo
22/05/2012
La Fondazione Ente dello Spettacolo, una realtà articolata e multimediale, è impegnata nella diffusione, promozione e valorizzazione della cultura...
MASCI - Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani
22/05/2012
La proposta che il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani fa agli Uomini e Donne è quella che parte da una convinzione ben espressa nel nostro...
ANCP - Associazione Nazionale Cooperatori Paolini
21/05/2012
Fondata da don Giacomo Alberione nel 1917 l'Associazione dei Cooperatori Paolini si estende a raggio mondiale. Chi siamo? Siamo laici impegnati, uomini...
ACI - Azione Cattolica Italiana
21/05/2012
Nel 1867 Mario Fani e Giovanni Acquaderni danno vita al primo nucleo della “Società della Gioventù Cattolica Italiana", che molti anni...
AIMC - Associazione Italiana Maestri Cattolici
21/05/2012
L'Associazione Italiana Maestri Cattolici nasce nell'immediato dopoguerra in continuità con gli scopi dell'Associazione Magistrale Italiana Nicolò...
OFS - Ordine Francescano Secolare
22/05/2012
L'Ordine Francescano Secolare è costituito da cristiani che, per una vocazione specifica, mediante una Professione solenne, si impegnano a vivere...
MPV - Movimento per la Vita
22/05/2012
Il Movimento per la vita è la Federazione degli oltre seicento movimenti locali, Centri e servizi di aiuto alla vita e Case di accoglienza attualmente...
AGE - Associazione Italiana Genitori
21/05/2012
L'Age - Associazione Italiana Genitori - è nata nel 1968 dalla decisione di genitori, coordinati da Ennio Rosini, animati da un forte senso civico...
ANCCI - Associazione Nazionale Circoli Cinematografici Italiani
21/05/2012
L'Associazione Nazionale Circoli Cinematografici Italiani (Ancci) è un organismo di promozione culturale sorto in seno all'Associazione Cattolica...
AGESC - Associazione Genitori Scuole Cattoliche
21/05/2012
L'Agesc è sorta nel 1975. È associazione di promozione sociale, riconosciuta dalla Conferenza Episcopale Italiana (Cei) e dal Ministero...
FIDAE - Federazione Istituti di Attività Educative
22/05/2012
La Fidae è stata fondata a Roma nell'anno 1945 con la denominazione di Federazione di Istituti Dipendenti Autorità Ecclesiastica, modificata...
FISC - Federazione Italiana Settimanali Cattolici
22/05/2012
La Fisc nasce il 27 novembre 1966 come associazione dei numerosi settimanali diocesani, soprattutto con l'intento esplicito di raccogliere l'eredità...
ACEC - Associazione Cattolica Esercenti Cinema
21/05/2012
Il 18 maggio del 1949 veniva redatto in Roma l'atto costitutivo della Associazione Cattolica Esercenti Cinema (Acec) e contestualmente depositato...
Segnalazioni
28/07/2017
Enzo Bettiza, scomparso ieri a novant’anni, non è stato solo un fuoriclasse del giornalismo, ma anche uno dei più perspicui testimoni del Novecento, come dimostra la sua densissima biografia. Poliglotta, coltissimo, nato nel ’27 a Spalato, da padre italiano, industriale del cemento, e da madre montenegrina, nel dopoguerra si rifugiò in Italia. Per un anno e mezzo circa, sino alle elezioni del 18 aprile ’48, militò nel Partito comunista («Mi affascinava il male»), per poi approdare su sponde liberali (nel ’76 verrà eletto senatore per il Pli, di cui sarà anche deputato europeo). Dopo una prima esperienza con la mondadoriana Epoca, fu assunto dalla Stampa di Giulio De Benedetti nel ’57, dove lavorò come corrispondente da Vienna e da Mosca fino al ’64, anno in cui passò al Corriere. Per il quotidiano milanese “coprì” soprattutto i Paesi dell’Europa dell’Est, diventandone uno degli esperti più accreditati, dalla scrittura sempre smagliante
28/07/2017
È ormai quasi una certezza, dopo qualche mese di contraddittoria incubazione, la rapida decadenza di quell’intreccio fra verticalizzazione e personalizzazione della politica che ha caratterizzato da quasi venticinque anni la vita pubblica italiana: un intreccio che ha purtroppo dato origine anche a qualche tentazione di protagonismo personale. È proprio tale protagonismo che oggi entra in sostanziale declino, nella costituzione del declinante carisma di alcuni politici con forte vocazione al primato personale
27/07/2017
Maestra d’ironia e giornalista premiata con “Columnist of the Year” dalla stampa britannica Lucy Kellaway (nella foto), 57 anni, da 32 al Financial Times, cambia vita e farà la professoressa. Non come avrebbe potuto, scrive il Corriere della Sera, a Oxford ma in un liceo in un quartiere popolare di Londra
27/07/2017
Una tempesta elettromagnetica ha cancellato tutte le memorie degli archivi informatici. Annientate le tecnologie digitali, il mondo è tornato a quelle analogiche e una cupa dimensione fisica spazza via quella cibernetica. È solo un film, certo: possiamo liquidare come fantascienza apocalittica il «sequel» di Blade Runner che arriverà nei cinema in autunno e che farà sprofondare Harrison Ford, Ryan Gosling e Jared Leto in un mondo devastato, senza Internet. Eppure quello che sta avvenendo nella dimensione poco nota ma molto preoccupante della criminalità informatica già oggi contiene brandelli di quell’incubo
26/07/2017
La Rai nella trappola di Mafia Capitale. La mafia a Roma è fiction, ma anche docu-fiction. A settembre arriva su Rai Tre (ora senza Bignardi) un documentario sull’inchiesta. Il titolo cambia, ma il rischio pappagalli delle procure resta. Indagine su un grande test per il servizio pubblico
25/07/2017
Era nell’aria da qualche giorno ed ora c’è la conferma: Daria Bignardi (nella foto) lascia la Rai, lascia la direzione di Rai 3 dov’era arrivata con l’avvento del vertice guidato dall’allora direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. E anche lei, come lo stesso Campo Dall’Orto, lascia in anticipo rispetto alla scadenza del contratto triennale e senza il pagamento di alcuna buonuscita. La conferma dell’addio arriva da viale Mazzini. La risoluzione del rapporto di lavoro è consensuale. La Rai informa inoltre che «la Dott.ssa Daria Bignardi non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita»
24/07/2017
Si è aperto oggi il processo per 19 giornalisti e amministratori di Cumhuriyet, il quotidiano di opposizione laica al presidente Recep Tayyip Erdogan. L’accusa è di terrorismo per i presunti legami con il Pkk curdo e con Fethullah Gulen. Quest’ultimo indicato dal Sultano come mente del golpe del 15 luglio 2016. Tra gli imputati, che rischiano fino a 43 anni di carcere, 12 sono detenuti da quasi 9 mesi e 2 risultano latitanti
20/07/2017
L’apostolato di papa Francesco è anche un fenomeno virale. Il primo a capirlo è stato un giovane di 37 anni, Juan Della Torre (nella foto), fondatore della Machi Communications for Good Causes e star del Web Marketing festival che si è tenuto nei giorni scorsi a Rimini. “Lavoravo in una grande agenzia e mi è venuta l’idea di potenziare la comunicazione di Ong e istituzioni benefiche”, ci dice pochi minuti dopo essere salito sul palco e aver parlato alla folla di partecipanti che lo hanno acclamato con una star al Palacongressi di Rimini. "E così ho fondato una piccola impresa della comunicazione. Piccola, ma cosmopolita: una decina di dipendenti, sedi a Buenos Aires, Barcellona e Roma". Ma il salto di qualità è stato quello di collaborare con il pontefice argentino alla “Rete mondiale di preghiera del Papa”
19/07/2017
Penso che mio padre debba essere ricordato soprattutto per la sua bontà d’animo, essendo egli una persona fondamentalmente buona e carica di una sconfinata umanità. La sua generosità era senza limiti: avevo quindici anni quando mi chiese di regalare il mio motorino al figlio di una vedova il cui marito era morto in una strage di mafia in quanto gli necessitava per recarsi in una borgata di Palermo ove svolgeva l’attività di panettiere
18/07/2017
Intorno alla figura controversa di Curzio Malaparte (nell'immagine) si assiste a un rinnovato interesse. Di recente ha fatto scalpore l’appello sottoscritto da diversi intellettuali perché gli venisse attribuito il premio Strega, che in vita non conseguì, alla memoria. Nella sua Prato, dove nacque ed è sepolto, sarà il concittadino e scrittore Sandro Veronesi a omaggiarlo domani, nel 60° della morte, con una lectio magistralis. L’emittente Tv Prato per l’occasione ha intervistato il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, che fu amico di Malaparte. Del colloquio, pubblicato integralmente su tvprato.it, riproduciamo una sintesi
18/07/2017
Attendere l’estate. Individuare il primo saluto romano disponibile. Aprire lo scandalo. Ricordare che sul fascismo c’è stato troppo lassismo. Ribattere che l’antifascismo è una vecchia foglia di fico. Scoprire che l’oggettistica fascista tira ancora. Svelare che Internet ha dato nuovo impulso. Supporre che Mussolini sia stato un bravo statista fino all’alleanza con Hitler. Replicare che Matteotti è stato ucciso nel ’24. E una dittatura è sempre una dittatura. Lo stato sociale è nato col fascismo, elencare Inps, Inail e colonie marine. Ricordare le drammatiche figure di Gobetti e dei fratelli Rosselli. Azzardare che il confino era una villeggiatura. Dettagliare sulle insopportabili condizioni di vita dei confinati. E tuttavia a Ventotene è nata l’Europa. Rattristarsi perché i giovani non sanno più
14/07/2017
È all’insegna di riconferme importanti e tante novità la stagione 2017/2018 di Tv2000. Un palinsesto rinnovato con oltre 80 produzioni, 150 film, prime visioni, dirette degli eventi con il Papa e nuovi programmi: da “Caro, virgola” con i video-selfie per Francesco e altri personaggi famosi a “Missione possibile” condotto dall’ex inviato di “Striscia la Notizia”, Max Laudadio, che andrà alla scoperta di quattro periferie del mondo. E ancora “Segreti, i misteri della storia” condotto dall’attore Cesare Bocci, “Ritratti di coraggio” con Paola Saluzzi, “Italiani anche noi” una scuola di lingua per stranieri con lo scrittore Eraldo Affinati, ed “Happy” su come essere diversi e vivere felici di Chiara Salvo, autrice del programma “Kemioamiche”. Tutti confermati, invece, i programmi di successo in onda
13/07/2017
Già la prima opera dello storico inglese Denis Mack Smith, scomparso martedì 11 luglio all’età di 97 anni, rivelava chiaramente il suo modo di guardare alle vicende italiane, tipico di un esponente della cultura democratica radicale britannica. Il libro Cavour e Garibaldinel 1860, uscito in versione originale nel 1954 e in Italia presso Einaudi nel 1958 (poi ha avuto altre edizioni, l’ultima da Rizzoli nel 1999 con il titolo Cavour contro Garibaldi) dimostra una spiccata benevolenza verso il generale nizzardo in camicia rossa, descritto come un po’ rozzo, ma straordinariamente coraggioso e sincero nel suo idealismo, mentre rimprovera al conte piemontese, di cui pure riconosce l’intelligenza e l’abilità straordinarie, uno «scaltro opportunismo» che lo faceva apparire «ingannevole e infido»
12/07/2017
Paolo Mancini (nella foto) invita a non drammatizzare. Professore ordinario di Sociologia delle Comunicazioni all’Università di Perugia e vincitore, nel 2005, del premio Goldsmith di Harvard per il libro Modelli di giornalismo scritto insieme a Daniel C. Hallin, Mancini è uno dei maggiori studiosi italiani dei rapporti tra il sistema della comunicazione di massa e il sistema della politica
11/07/2017
La pazienza dei media americani verso Google e Facebook è finita. La loro associazione è insorta e ha chiesto al Congresso di cambiare le leggi antitrust, in modo da impedire che i due giganti digitali continuino a parassitare gratuitamente i contenuti giornalistici prodotti da altri, intascando tutti o quasi i profitti della pubblicità. Da questa sfida, appena lanciata ufficialmente dalla News Media Alliance con una petizione al Parlamento Usa, dipenderà non solo il futuro del giornalismo globale, ma anche della democrazia
11/07/2017
Vite spezzate. Per un litigio. Per l’impossibilità di contenersi, per sentirsi più forte dell’altro, fino a ucciderti. Succede per strada, avviene ovunque. Nelle nostre città, spazi multiformi dove spesso l’umanità sfuma per lasciare il posto alla rabbia, uno dei cancri sociali più devastanti. Si litiga. Per qualunque cosa. Per non essere considerato uno “sfigato”, per avere l’ultima parola sui social, per sentirsi “uomini veri”. Si picchia, si infierisce, si uccide. Elisa e Matteo, i centauri travolti in Piemonte da un furgone guidato da un uomo ubriaco, ne sono esempio estremo
10/07/2017
«La corruzione è intorno a noi e dobbiamo saperlo». Dovrebbe bastare questa affermazione del cardinale Peter K.A. Turkson, prefetto del nuovo dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, per renderci più accorti nel guardarci attorno, più severi nel relazionarci, più sensibili nella gestione del denaro e dei beni (soprattutto se sono «pubblici»), più attenti nell’individuare lo stigma della corruzione. Anzi la «spuzza» come l’ha definita Papa Francesco nel suo memorabile discorso a Scampia: «La corruzione spuzza! La società corrotta spuzza! Un cristiano che lascia entrare dentro di sé la corruzione non è cristiano, spuzza! Non lasciatevi rubare la speranza»
06/07/2017
Joaquin Navarro-Valls (nella foto), spagnolo, portavoce vaticano per 22 anni, laico dell’Opus Dei, è morto ieri a Roma all’età di ottant’anni. Chiamato a dirigere la Sala Stampa Vaticana nel 1984, quand’era un corrispondente da Roma del quotidiano ABC, ha fortemente modificato la figura del portavoce papale e ha guidato il passaggio della comunicazione vaticana dal cartaceo al digitale. Quando fu chiamato a svolgere la funzione di portavoce di papa Wojtyla, con una scelta personale del Papa polacco, Navarro-Valls aveva 48 anni ed era un bell’uomo, abile con le lingue, efficace davanti alle telecamere. In due decenni ha trasformato il ruolo, fino ad allora del tutto istituzionale, di «direttore della Sala Stampa» in una funzione di portavoce a tutto tondo, guadagnandosi una libertà di parola e di iniziativa sconosciuta ai predecessori
04/07/2017
Solo qualche anno fa un politologo liberale come Ernesto Galli della Loggia (nella foto), forse non avrebbe mai fatto un’affermazione così tranchant: “Da noi la desertificazione politica significa solo da un lato ancora maggior potere alle lobby e alle corporazioni di ogni genere, sempre più autorizzate a fare quello che vogliono, dall’altro il via libera alle genuine pulsioni di una società «civile» che non ha fatto mai gran conto né dello Stato né dell’interesse collettivo. In entrambi i casi non proprio un gran bel viatico per il futuro”. Il tutto nero su bianco sulle colonne del “Corriere della Sera”, il quotidiano della borghesia italiana che in tempi più recenti ha letteralmente inventato la “Casta” con l’intelligenza e le penna di due giornalisti corsari come Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella. E prima ancora - sarà bene ricordarlo - aveva vissuto da protagonista interessato la stagione di Mani pulite sino al famoso “invito a comparire” a Silvio Berlusconi preannunciato dal “Corriere” diretto da Paolo Mieli a poche ore dall’inizio del vertice Nato di Pratica di Mare. Correva l’anno 1994
04/07/2017
Caro direttore, nell’articolo pubblicato su “Avvenire” del 23 giugno 2017 don Mauro Leonardi suggerisce di fare esperienza della Liturgia delle ore sul breviario cartaceo, piuttosto che sullo smartphone (o tablet), per evitare di essere distratti non tanto e solo dalle notifiche, ma dal mezzo stesso. Posso comprendere le opportune ragioni che l’hanno portato a questa sua scelta, ma non condivido la prospettiva che traccia. In alcune occasioni, però, ritengo che noi stessi possiamo trasformare una modalità ritenuta multitasking in realtà “aumentata”, anche se il termine può risultare improprio rispetto all’accezione comune
03/07/2017
È uscito di scena in punta di piedi, senza raccogliere l’ultimo applauso, Paolo Villaggio, attore che ha aperto la strada a una nuova comicità cinematografica negli anni ‘70 e ‘80, ideando e sagomando l’emblematica figura del rag. Ugo Fantozzi. Nato a Genova il 30 dicembre 1932, Villaggio si è spento a Roma all’età di 84 anni dopo un periodo di malattia. Nella sua vita artistica ha lavorato prima nel cabaret, cui sono seguiti poi la televisione, muovendosi sempre nelle stesse corde comiche emerse nel periodo teatrale, e il cinema, di cui è stato un protagonista di primo piano alternando film comici a storie più drammatiche
28/06/2017
Un nuovo attacco hacker, simile al 'ramsonware' WannaCry, ha colpito il mondo e in particolar modo l'Ucraina. Qui il contagio è stato "massiccio" e il premier Volodomyr Groysman non ha esitato a definirlo "senza precedenti". Nel mirino, infatti, sono finite grandi banche, compagnie elettriche, società di trasporti - a Kiev in metrò non si poteva pagare con la carta di credito - e aeroporti; persino la centrale nucleare di Cernobyl ha subito guasti, benché non ai "sistemi critici interni". E l'Ucraina ha subito puntato il dito contro la Russia
27/06/2017
Multa record per Google da parte della Commissione europea che ha inflitto al colosso di Mountain View una sanzione pari a 2,42 miliardi di euro. L'ultima grande multa inflitta a un'azienda per abuso di posizione dominante risaliva al 2009, per 1,06 miliardi di euro, nei confronti del colosso dell'informatica Intel
26/06/2017
“L’incontro tra il giornale e i territori, le nostre diocesi, le realtà vive che abitano l’Italia”. È questa la filosofia che guida le feste per l’estate del quotidiano Avvenire, nelle parole del direttore Marco Tarquinio (nella foto). Si comincia in Basilicata, dal 26 al 30 giugno, con una serie di appuntamenti a Matera, che sarà la Capitale europea della cultura per il 2019. Il quotidiano terrà in piazza Duomo incontri e numerosi eventi, con l’apporto di importanti personalità del mondo politico, religioso, sociale e dell’imprenditoria
23/06/2017
Caro Daniele, Grazie per la sua bellissima lettera. A lei Caproni l’hanno portato in classe; e spero proprio che la sua maestra ci legga, o che qualcuno la avverta. Ungaretti non ho mai avuto la fortuna di conoscerlo, ma tra i ricordi più belli della mia infanzia ci sono le sue introduzioni allo sceneggiato tv (non si chiamavano ancora fiction) sull’Odissea: la canizie, la voce cavernosa, il dire solenne, ce lo facevano amare; pareva un giovane amico di Omero. È vero, i ragazzi oggi sono molto più svegli di noi, ma la fortuna di trovare in tv Ungaretti non l’hanno; purtroppo anche il livello della tv pubblica tranne rare eccezioni è quello che è
22/06/2017
La più impavida è stata Mara Venier che gli ha proposto di organizzare una festa con gli amici. Respinta con perdite. Renzo Arbore compie ottanta anni sabato e non vuole sentir parlare di festeggiamenti. "Me ne andrò dai miei nipoti a Bologna" spiega "ho perso Gianni (Boncompagni, ndr) amico di una vita, Mariangela non c'è più. Non mi va di fare niente". Ma un progetto importante ce l'ha: il primo luglio sarà protagonista a Norcia per Umbria Jazz con la sua Orchestra Italiana a sostegno della zona colpita dal terremoto
21/06/2017
La formula del presidente di Nikkei, leader del gruppo editoriale giapponese che ha rilevato il Financial Times: "Contenuti di qualità per avere un futuro. E puntare sul digitale". Tsuneo Kita (nella foto) si sveglia alle quattro e per prima cosa legge la versione online del Nikkei, il giornale finanziario più venduto al mondo. "Nel corso della giornata il grosso delle mie letture avviene su internet per passare alla carta verso il fine settimana, quando c'è più tempo", spiega il settantenne presidente della società che edita il giornale nonché amministratore delegato del gigantesco gruppo editoriale che, due anni fa, ha comprato il Financial Times. Le abitudini digitali sue e di molti altri milioni di persone non hanno per il momento scalfito il formidabile numero di copie che il Nikkei continua a vendere: 2,7 milioni quotidiane, contro 500mila abbonati alla versione elettronica
21/06/2017
«Cosa mi aspetto dalla giornata di oggi? Di ascoltare idee interessanti dai protagonisti dei media di tutto il mondo». Ascânio Seleme (nella foto a destra), dal 2011 direttore di O Globo, uno dei maggiori quotidiani brasiliani, porterà le sue. Di idee ed esperienze. Dalla recente fusione delle redazioni di O Globo, Extra ed Expresso, tutti giornali editi da Infoglobo e da gennaio in un’unica grande sede (con 500 fra giornalisti, grafici e fotografi), alla scelta di spostare al mattino l’orario di lavoro di gran parte della redazione per rafforzare il web. L’obiettivo è far crescere gli abbonati, lo zoccolo duro dei lettori, sia nelle edizioni digitali sia in quelle cartacee. Lo strumento, spiega Seleme, è sempre lo stesso: «Un’informazione di qualità», capace di scoop come quello del mese scorso, quando il giornale è entrato in possesso di una registrazione in cui il presidente brasiliano Michel Temer avrebbe avallato la consegna di una tangente all’ex presidente della Camera, Eduardo Cunha, per comprarne il silenzio e su cui ora la magistratura sta indagando
20/06/2017
Nei giorni scorsi, dopo una lunga malattia, è morto Helmut Kohl (nella foto), già passato alla storia come il cancelliere della riunificazione della Germania. Kohl è stato cancelliere democratico cristiano dal 1° ottobre 1982 al 27 ottobre 1998. Grande europeista, lo statista tedesco fu sempre un uomo concreto e capace di grandi gesti: era di poche parole, non brillante come oratore ma consapevole dell'importanza e del significato delle cose. Non può essere dimenticato il suo dare "la mano" a Mitterand, a Verdun nel 1984, nel cimitero dove si commemoravano i 70 anni dallo scoppio della Prima Guerra mondiale e resterà anche il suo passaggio, insieme a Giovanni Paolo II, dalla porta di Brandeburgo in una Berlino nuovamente capitale della Germania riunificata
20/06/2017
In un'epoca di giornalismo paludato si è inventato un genere che non esisteva prima: il retroscena della politica, il dietro le quinte di quel palcoscenico su cui si recita la comédie della politica tra primattori, spalle, comparse, guitti, il fattore umano. I potenti in mutande («Accompagnai Cossiga dal fisioterapista») raccontati con perfidia e con comprensione per debolezze, vanità, cadute. Guido Quaranta ha compiuto novant’anni il 18 giugno e cura “Banana Republic”, la sua rubrica per L’Espresso. È uno dei maestri del mestiere, ma meglio non dirglielo. «Va bene, chiacchieriamo, ma a una condizione: non mi chiedere analisi; mai fatta una in vita mia. Non mi sono mai sentito un grande giornalista, ho sempre fatto il cronista...»
19/06/2017
Il problema non è se Filippo Facci (nella foto) abbia scritto sul suo giornale castronerie o cose condivisibili. Il problema è che a decidere della liceità di ciò che ha scritto e addirittura a punirlo inibendogli per due mesi l’esercizio della professione sia chiamato un organismo per l’appunto nato nel clima del fascismo, in un’atmosfera per così dire poco favorevole all’ossigeno della libera stampa, e che si chiama Ordine dei giornalisti. Un organismo che infatti non ha eguali in tutto il resto delle democrazie occidentali, nessuna esclusa, che forse (forse?) con la libera informazione hanno una consuetudine più collaudata della nostra. Un organismo costoso e inutile, che si regge sul contributo coatto dei suoi iscritti, perché una norma liberticida, nata con il fascismo e purtroppo perfezionata nell’Italia antifascista, obbliga all’iscrizione nell’Albo dei giornalisti se si vuole esercitare, retribuiti e regolarmente assunti, la libertà di espressione in un giornale