versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Associazioni » Notizie » Multiprogrammazione
per i cinema monosala  
Martedì 12 Febbraio 2019
COINVOLTE ANCHE 243 SALE ACEC
Multiprogrammazione
per i cinema monosala    versione testuale







In questi giorni è partita la multiprogrammazione per i cinema monosala, una fase di “prova” che prevede la possibilità per gli esercenti di programmare, nella stessa giornata, prodotti cinematografici di diverso genere. Un’iniziativa voluta dal sottosegretario del ministero dei Beni e delle Attività culturali con delega per il Cinema, Lucia Borgonzoni, che ha accelerato, ricorda l’Acec, la riflessione in atto tra le Associazioni del Cinema, firmatarie di un’apposita convenzione.
 
“Le Sale della comunità interessate, in questa prima fase della multiprogrammazione – spiega Francesco Giraldo, segretario generale dell’Associazione cattolica esercenti cinema –, sono 243 su un totale di 531. Questo dimostra ancora una volta che le SdC sono gli unici presidi culturali e sociali  per  moltissimi comuni italiani. Sostenere attraverso la multiprogrammazione l’esistenza e la vitalità  di questa tipologia di sale sprona l’Acec a coinvolgere queste realtà in progetti di inclusione sociale, mirati alla crescita culturale di tutte le fasce sociali del nostro Paese”.
 
Ci si dovrà confrontare con le nuove tecnologie, soprattutto digitali, che consentono la fruizione dei contenuti audiovisivi attraverso molteplici canali e supporti.
 
Il presidente dell’Acec, don Adriano Bianchi, sottolinea che “la sperimentazione sarà fondamentale per preservare la vitalità delle monosale” e “per diffondere la varietà culturale in provincia e nei centri minori, e con essa offrire forme alternative e integrative rispetto alla fruizione domestica, accrescendo le occasioni di scambio e di socializzazione”.