versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Associazioni » Iniziative » Gmcs, i giovani Ucsi e il Messaggio del Papa  
Lunedì 25 Maggio 2020
IN UN VIDEO SEDICI TESTIMONIANZE
Gmcs, i giovani Ucsi e il Messaggio del Papa    versione testuale







Un esperimento a distanza ha caratterizzato quest’anno, in casa Ucsi, la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Sedici giovani giornalisti dell’Unione cattolica stampa italiana, divisi in coppie, hanno commentato in un video su Facebook il Messaggio di Papa Francesco (disponibile anche sul canale YouTube dell’Unione).

Padre Francesco Occhetta, consulente ecclesiastico dell’Ucsi, ha introdotto le loro riflessioni: “L’associazione – ha spiegato – vuole rilanciare un’esperienza di giornalismo (attraverso questo sito, la rivista Desk, la scuola di formazione annuale di Assisi e altri momenti associativi), ma soprattutto intende creare una comunità di vita e di pensiero di giornalisti che desiderano ricostruire la comunicazione per dare voce a chi non ce l’ha e anche a chi si sente solo”.

I giovani che hanno partecipato: Andrea Comunatto e Natalie Sclippa; Paola Bertolotto ed Ermanno Giuca; Giacomo Cocchi e Michela Di Trani; Mauro Donateo e Andrea Miccichè; Francesco Laureti e Lucrezia Sandri; Mario Agostino e Mirko Giustini; Fabio Figara e Luigi Volponi; Riccardo Clementi e Francesca Polacco.

Coordinati da Antonello Riccelli, vice presidente dell’Ucsi, i giovani hanno espresso “molte interessanti considerazioni che animeranno il dibattito”. Ma per loro “non sarà affatto un’esperienza isolata”: torneranno on line lunedì 1° giugno per commentare “alcuni degli effetti della pandemia sul giornalismo”. E saranno molti di più.

“L’associazione – ha osservato la presidente nazionale Vania De Luca nelle sue conclusioni – questa volta ha deciso di porsi in ascolto dei più giovani. Ma ha offerto una riflessione anche più ampia, collaborando alla pubblicazione del libro ‘La vita si fa storia. Commenti al Messaggio di Papa Francesco per la 54ᵃ Giornata mondiale delle comunicazioni sociali’” (Scholé, 190 pagine, 15 euro).

I commenti sono firmati da Liliana Segre, Vincenzo Corrado, Pier Cesare Rivoltella, Marko Ivan Rupnik, Paolo Ruffini, Fausto Colombo, Adriano Fabris e Vania De Luca. Pubblicazione promossa dall’Ufficio comunicazioni sociali Cei e curata dal suo direttore, Vincenzo Corrado, e da Pier Cesare Rivoltella, presidente e direttore scientifico del Cremit (Centro di ricerca sull'educazione ai media all’informazione e alla tecnologia - Università Cattolica di Milano). Il volume è arricchito da schede per educatori e animatori della comunicazione.
 
Il video