versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Comunicati 
Comunicati   versione testuale






 
Uso e abuso del digitale in tempo di Covid 19 Uso e abuso del digitale in tempo di Covid 19

“Emergenza Digitale: uso ed abuso del digitale in tempo di Covid 19”. Questo il tema del webinar organizzato il 3 giugno, alle 18, dal Servizio per l’apostolato digitale dell’arcidiocesi di Torino sul proprio canale YouTube. Ne parleranno alcuni esperti, moderati da Fabio Colagrande (giornalista di Radio vaticana): Assunta Steccanella (docente di Teologia pastorale alla Facoltà Teologica del Triveneto), Massimiliano Padula (presidente del Copercom e docente di Scienze della comunicazione sociale alla Pontificia Università Lateranense) e don Luca Peyron (docente di Teologia della trasformazione digitale all’Università Cattolica di Milano)

Coronavirus, Padula (Copercom): un segno di presenza e speranza Coronavirus, Padula (Copercom): un segno
di presenza e speranza

Un webinar per riflettere sulla comunicazione in tempo di crisi da coronavirus. Lo organizza il Copercom oggi, 26 marzo, alle ore 17.00, sulla piattaforma online Cisco Webex. All’incontro parteciperanno i presidenti e i delegati delle 29 associazioni che aderiscono al Coordinamento. «Abbiamo voluto programmare questo spazio digitale – spiega il presidente Copercom Massimiliano Padula – non soltanto per confrontarci sui temi che caratterizzano la missione della nostra realtà, ma soprattutto per offrire ai nostri interlocutori un segno di presenza. Il ruolo dell’associazionismo di ispirazione cristiana – aggiunge Padula – in questa fase di emergenza è fondamentale sia per dare speranza che per offrire contenuti, azioni e strumenti per il futuro». Il webinar sarà introdotto dalla riflessione del giornalista e filosofo Bruno Mastroianni

Padula: Padula: "La vita si fa storia
e tesse meraviglie stupende"

L’uomo come essere narrante. La vita come telaio di racconti costruttivi oppure di storie indegne. La memoria come spazio che rivela le meraviglie stupende del nostro cuore. Si tratta di pensieri che emergono dalla lettura del Messaggio di Papa Francesco per la 54ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali (Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria - Es 10,2 -. La vita si fa storia), diffuso come di consueto oggi, 24 gennaio, nel giorno in cui si celebra la memoria di San Francesco di Sales. A evidenziarlo è Massimiliano Padula, presidente del Copercom, che spiega come «il Messaggio di quest’anno aiuti a comprendere l’essenza autentica di ogni comunicazione: quella di essere – come nota Papa Francesco – costruttrice di “storie che edifichino, non che distruggano; storie che aiutino a ritrovare le radici e la forza per andare avanti insieme”»

Chiedi al Teologo. Compagno di strada nel labirinto dell'esistenza Chiedi al Teologo. Compagno di strada
nel labirinto dell'esistenza

Un libro di domande e di risposte. Per provare a comprendere la fede ma anche le grandi questioni dell’esistenza come la vita, la morte, il male e della contemporaneità come il cinema, la musica, i nuovi media. Lo ha scritto Giuseppe Lorizio ("Chiedi al Teologo. Compagno di strada nel labirinto dell’esistenza", San Paolo 2019), professore ordinario di Teologia alla Pontificia Università Lateranense, raccogliendo i tantissimi quesiti posti dai lettori di Famiglia Cristiana nella rubrica “Il Teologo”. Il volume sarà presentato oggi (4 dicembre) a Roma, alle 17.30, presso la libreria San Paolo di via della Conciliazione. Con l’autore interverranno il vescovo Nunzio Galantino, presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, e il direttore del quotidiano “Avvenire”, Marco Tarquinio. Ad introdurre e moderare la presentazione sarà Massimiliano Padula, docente di Scienze della comunicazione sociale alla Lateranense e presidente del Copercom

Padula: un cambio di testimone nel segno della continuità Padula: un cambio di testimone
nel segno della continuità

Un cambio di testimone nel segno della continuità. Vincenzo Corrado è il nuovo direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Italiana, nominato oggi dal Consiglio Episcopale Permanente. Succede a don Ivan Maffeis. «Il Copercom – sottolinea il Presidente Massimiliano Padula – si congratula con Vincenzo Corrado e lo ringrazia per l’amicizia e l’attenzione che ha sempre dimostrato verso il nostro Coordinamento associativo, prima come direttore dell’agenzia Sir e poi come vice responsabile della comunicazione della Cei. A lui – aggiunge Padula – va “il buon lavoro” mio e di tutte le 29 associazioni aderenti al Copercom, affinché la sua competenza e la sua umanità contribuiscano a consolidare sempre più la sinergia tra tutte le realtà comunicative che ruotano intorno alla Chiesa Italiana. Nello stesso tempo – conclude il Presidente – diciamo grazie a don Ivan Maffeis che continuerà, attraverso il suo impegno di Sottosegretario e portavoce, a servire la Chiesa italiana con quella professionalità e con quella fraternità che lo ha sempre contraddistinto»

Domani, 17 maggio, in Cei, un momento di riflessione organizzato dal Copercom e guidato da P. Spadaro Domani, 17 maggio, in Cei, un momento di riflessione
organizzato dal Copercom e guidato da P. Spadaro

Incontrarsi, riflettere e confrontarsi sul Messaggio di Papa Francesco per la prossima Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali. Succederà domani, 17 maggio, a Roma presso la sede della Conferenza Episcopale Italiana in via Aurelia 468. L’iniziativa, organizzata dal Copercom, il Coordinamento delle associazioni per la comunicazione, vedrà la partecipazione di Padre Antonio Spadaro, direttore de “La Civiltà Cattolica” (nella foto con il Papa), che offrirà una lettura del documento del Pontefice, quest’anno intitolato «“Siamo membra gli uni degli altri” (Ef 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana». Introdotto dai saluti istituzionali di Vincenzo Corrado, neo vice direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali Cei, l’incontro rappresenta, come da tradizione, un’opportunità per le 29 associazioni aderenti al Coordinamento, di condividere temi e questioni che riguardano la comunicazione contemporanea. «Il Messaggio di Francesco – spiega il Presidente del Copercom Massimiliano Padula – ci interroga sia come cristiani che come comunicatori. Comprendere i processi mediali, coglierne la bellezza ma anche gli aspetti deviati, significa, infatti, dare un contributo per la costruzione di legami sociali che pongano al centro la persona, la verità, il rispetto dell’altro»

Il talento piegato alle logiche della Tv Il talento piegato alle logiche della Tv
di Massimiliano Padula*

Vedere la performance di Suor Cristina a “Ballando con le stelle” suscita un caleidoscopio di stimoli e riflessioni. Non tutti positivi, però. La suora carina, dolce, innamorata di Gesù, cantante, ballerina e, chi più ne ha più ne metta, da qualche anno bazzica nello star system di secondo livello. Dopo aver vinto legittimamente un talent show, dopo aver interpretato a teatro una suora (vera) tra le suore (finte), nella versione italiana del musical Sister Act, l’Orsolina della Sacra Famiglia è scritturata per lo show dell’ammiraglia Rai del sabato sera. Nulla di male, senza ombra di dubbio. Ogni critica viene a sua volta criticata e a noi – come afferma sempre suor Cristina – non ci interessa. Ma non è questo il punto. La questione da sottolineare è la distorsione di una testimonianza di fede che rischia di tradursi in macchietta di maniera

Padula: Padula: "(Ri)adattarsi alle categorie dell'umano
che fanno parte della nostra esistenza"

“Non è un caso che il tema del Safer Internet Day 2019 che si celebra oggi (5 febbraio) sia ‘Together for a better internet’. La dimensione dell’‘insieme’ rappresenta, infatti, una delle istanze primarie di quel cambio di paradigma interpretativo che riguarda i media nel tempo presente. Un paradigma che tutti (addetti ai lavori e non) annusano e fanno proprio elaborando riflessioni profondamente diverse da quelle esclusivamente tecnicistiche, proposte fino a qualche anno fa”. Lo afferma Massimiliano Padula, presidente del Copercom, in un commento scritto per L’Osservatore Romano a proposito della sedicesima edizione della Giornata mondiale per la sicurezza online istituita e promossa dalla Commissione europea

Padula: Padula: "Il Papa ci aiuta a trasformare
la connessione digitale in autentica comunione"

«Dalla connessione alla comunione. Dalla menzogna alla verità. Dal “like” all’“amen”. Papa Francesco sceglie la dimensione del “passaggio” come centro del suo Messaggio per la 53ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, intitolato “Siamo membra gli uni degli altri (Ef 4,25). Dalle community alle comunità” e diffuso oggi 24 gennaio, come da tradizione, nella solennità di San Francesco di Sales». A spiegarlo è Massimiliano Padula, presidente del Copercom, il Coordinamento delle associazioni per la comunicazione

Padula (Copercom): Padula (Copercom): "Il nostro augurio
per un lavoro illuminato dalla Grazia"

«Al vescovo Stefano Russo (nella foto) il nostro augurio più sentito e la nostra preghiera per un buon lavoro illuminato dalla Grazia». Ad affermarlo è il Presidente del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la comunicazione) Massimiliano Padula, a proposito della nomina di Papa Francesco che ha scelto il pastore di Fabriano-Matelica come nuovo Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana. «Leggendo il profilo biografico di mons. Russo – continua Padula – si evince competenza e amorevolezza pastorale. Il suo prolungato impegno, prima nella sua comunità diocesana e poi a livello nazionale, assicurano abnegazione al lavoro e senso missionario del ministero”

 [avanti >>]