versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Notizie » Segnalazioni » La statua colorata:
Montanelli "predatore"
imbrattato dalle femministe
Chi ha ragione? 
Giovedì 14 Marzo 2019
La statua colorata:
Montanelli "predatore"
imbrattato dalle femministe
Chi ha ragione?   versione testuale
di Andrea Lavazza







Un secchio di vernice rovesciato su una statua l’8 marzo ha provocato una piccola onda mediatica e un utile dibattito pubblico (esclusi gli immancabili opposti estremismi da social media). Esponenti del movimento femminista “Non Una Di Meno”, durante la manifestazione di Milano, hanno colorato di rosa il monumento al giornalista e scrittore Indro Montanelli (1909-2001), nei giardini pubblici di Porta Venezia a lui intitolati nel 2002. Non è la prima volta che raid colpiscono statua (posta nel 2006) e targa dedicati a una figura amata e anche controversa. In quest’occasione, sotto accusa è il comportamento del giovane Indro, accusato non genericamente di maschilismo, ma specificamente di pedofilia e di stupro

Avvenire

Il servizio