versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Notizie » Conte: 5 aree tematiche
ddl a settembre 
Lunedì 25 Marzo 2019
STATI GENERALI EDITORIA
Conte: 5 aree tematiche
ddl a settembre   versione testuale







Si sono aperti questa mattina (25 marzo) a Roma gli Stati generali dell’editoria organizzati dalla presidenza del Consiglio dei ministri.
“Ci saranno cinque aree tematiche e quattro giornate principali nel percorso degli Stati generali dell’editoria”, ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte (nella foto), spiegando che i disegni di legge saranno presentati a settembre.

Le aree tematiche sono: l’informazione primaria, i giornalisti, l’editoria, il mercato e i cittadini. “Il percorso – ha proseguito Conte – sarà articolato in quattro giornate. Oggi potrete già fare le prime proposte. A giugno potranno essere argomentate le riflessioni. A luglio ci sarà una sintesi ragionata con le prime valutazioni del governo. A settembre saranno presentati i disegni di legge definitivi”.

“Forse – ha osservato il premier – abbiamo concesso qualcosa all’enfasi ma gli Stati generali dell’editoria sono un momento importante e tutti devono dare il loro contributo. Compete al governo esprimere un indirizzo politico ma è da anni che se ne parla e da anni non si fa nulla. È un settore delicato per la democrazia. Sarà un percorso complesso ma inclusivo. Sarete chiamati a esprimere proposte speriamo innovative”. 

Il metodo, ha aggiunto il presidente del Consiglio, sarà “confrontarsi con gli stakeholder (“portatori di interessi nei confronti di un’attività o di un progetto economico: chi cioè possa direttamente o indirettamente godere di benefici o subire danni da quell’attività”, ndr). Non c’è niente di peggio che chiudersi ed elaborare una proposta senza confronto. Ci possono essere istanze contrapposte ma è lì che entra in gioco la politica per fare sintesi tra le diverse istanze”.

Foto Ansa