versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Notizie » Eurostat:1 cittadino su 3
in Ue ingannato sul web  
Martedì 11 Febbraio 2020
SAFER INTERNET DAY
Eurostat:1 cittadino su 3
in Ue ingannato sul web    versione testuale







Si celebra oggi, martedì 11 febbraio, il Safer Internet Day, la giornata istituita dalla Commissione Europea per promuovere un web più sicuro.
Secondo una ricerca pubblicata da Eurostat, riferisce Agensir, nel 2019 un cittadino su tre dell’Unione europea, tra i 16 e 74 anni, ha raccontato di incidenti relativi alla sicurezza, avvenuti negli ultimi 12 mesi, durante l’utilizzo di internet a scopi privati.
 
“Durante questo periodo, il phishing, cioè la ricezione di messaggi fraudolenti mediante il web, è stato l’incidente più frequente segnalato nel 2019. Il 25% delle persone nell’Ue ha dichiarato di esserne stato vittima. Il reindirizzamento a siti web fasulli che richiedono informazioni personali (pharming) è stato il secondo incidente di sicurezza più frequente (12% delle persone)”.
 
“La percentuale di persone che hanno avuto problemi di sicurezza durante l’utilizzo di internet a scopi privati – sottolinea Eurostat – varia negli Stati membri dell’Ue. I tassi più alti sono stati osservati nei Paesi in cui c’è maggior accesso e utilizzo della rete, ossia in Danimarca (50%), seguiti da Francia (46%), Svezia (45%), Malta e Paesi Bassi (entrambi 42%), Finlandia (41%) e Germania (40%). Al contrario, le quote più basse sono state registrate in Lituania (7%), Polonia (9%), Lettonia (10%), Bulgaria (13%) e Grecia (13%)”.