versione accessibile | mobile | sito precedente | contatti
seguici su  
torna all'Home Page
 Notizie » "Un divario da colmare, nessuno resti indietro" 
Mercoledì 21 Ottobre 2020
TERZO RAPPORTO AUDITEL-CENSIS: L'AUSPICIO DEL DIRETTORE UCS CEI CORRADO
"Un divario da colmare, nessuno resti indietro"   versione testuale







“La tecnologia non è qualcosa di scontato. Ci sono degli aspetti che spesso vengono dati per risolti e, invece, nascondono nodi problematici. Uno su tutti: le disuguaglianze sociali”. Lo scrive nella newsletter settimanale Vincenzo Corrado, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali Cei, a proposito del terzo rapporto Auditel-Censis presentato nei giorni scorsi.

Nel 2019, si legge nel report, in Italia circa tre milioni e mezzo di famiglie non disponevano di collegamento a Internet. “Tra i nuclei familiari con almeno un occupato o uno studente il numero scende a 300mila. Con la pandemia – osserva Corrado – molti italiani hanno dovuto fare i conti, in tempi rapidissimi, con una realtà del tutto nuova”. “Nell’analisi, ovviamente, vengono riportati altri dati da leggere in relazione a questi: consumo di video in streaming, device a disposizione, larghezza di banda, solo per citarne alcuni”.

“Insomma, non tutti sono pronti – e non per colpa loro – a una ‘normalità digitale’. E quasi sicuramente la pandemia ha accelerato questo processo di ‘distanziamento sociale’”. Quindi, conclude il direttore, serve un impegno su più fronti – sociale, politico, culturale, educativo – perché nessuno resti indietro”.