Copercom - Associazioni
"Per una teologia del
film", saggio di Ravasi

Il nuovo saggio “Come in uno specchio. Per una teologia del film” (Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo) del cardinale Gianfranco Ravasi inaugura la collana “Lo Spirito del cinema”, diretta da monsignor Davide Milani, presidente della FEdS. È disponibile all’acquisto in libreria e online. Il libro si articola in una struttura che Ravasi definisce “un trittico mobile e di taglio impressionistico”. Nelle prime pagine del volume viene delineata, per essenziali cenni teorici, “una teologia del cinema”, come scrive l’autore. “La matrice del cinema si lega sostanzialmente a due categorie fondamentali anche nella teologia, l’immagine e la parola, colte nella loro dinamicità ed efficacia”. Si passa, dunque, a una galleria di ritratti minimi di alcuni protagonisti − anche inattesi − che coi loro film si sono inoltrati sui sentieri della fede e della ricerca spirituale: Carl Theodor Dreyer, Robert Bresson, Ingmar Bergman, Andrej A. Tarkovskij e Luis Buñuel. Infine, una riflessione sui non molti approcci pastorali ufficiali offerti dal Magistero, a partire da una domanda che si pone lo stesso cardinale: “La Chiesa di fronte a questo fiume ininterrotto di immagini sacre ma anche blasfeme, pacifiche ed efferate, caste e oscene, quale atteggiamento ha assunto?”. Con la consapevolezza che “la visione di un’opera cinematografica possa aprire spiragli nell’animo umano, ‘Come in uno specchio’ − prosegue la nota − è  una  preziosa testimonianza  sulle  suggestioni  emanate da  film di autentica qualità artistica e spirituale che continuano a vivere nell’interiorità e nell’esistenza dello spettatore”. Nell’introduzione, monsignor Milani  osserva: “È una vena ricca e generosa che caratterizza da sempre la produzione filmica: a volte è marcatamente visibile, più spesso − ed è fonte di maggiore interesse − scorre e anima dall’interno un’opera. L’autore la narra con le sue storie e la offre alla risonanza della vita dello spettatore più accorto. È alla sensibilità umana, alla competenza teorica, alla ricchezza di sguardo di teologi, filosofi e maestri di estetica che chiederemo saggi brevi per offrire mappe e percorsi di navigazione grazie ai quali incamminarsi sulle tracce del Sacro nel cinema”. Il cardinale Gianfranco Ravasi, nato nel 1942 a Merate (Lecco), è esperto biblista ed ebraista, è stato prefetto della Biblioteca-Pinacoteca Ambrosiana di Milano e docente di Esegesi dell’Antico Testamento alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Arcivescovo dal 2007, è stato creato cardinale da Benedetto XVI nel 2010. È presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra.   Gianfranco Ravasi, Come in uno specchio. Per una teologia del film Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma, 2020, pagg. 49, € 8,00 Acquista online      


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 16-NOV-20
 

copercom - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed