Copercom - Associazioni
Meter: servire i piccoli
sull‘esempio di Gesù

Meter onlus e l’Ufficio Fragilità della diocesi di Noto propongono quattro incontri on line (con tanto di lectio divina) “in ascolto della Parola di Dio, per una pastorale a servizio dei prediletti di Gesù: i piccoli”. Si svolgeranno sulla pagina Facebook dell’associazione. La lectio e gli incontri saranno coordinati da don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente di Meter onlus (www.associazionemeter.org), vicario episcopale e direttore dell‘Ufficio per le Fragilità – Servizio tutela minori e adulti vulnerabili della diocesi di Noto di cui è vescovo Antonio Staglianò. Il primo incontro: “Diventare bambini”, si terrà il 20 novembre alle 21,00. “In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli” (Matteo 18,1-5). Il secondo: “Accogliere i bambini”, si svolgerà il 27 novembre, sempre alle 21,00. “Accogliere i piccoli e gli esclusi. Chi accoglie un bambino, accoglie Gesù” (Marco 9,38-43.45.47-48). Il terzo incontro: “Non scandalizzare i bambini”, si terrà il 4 dicembre alle 21,00. “Non disprezzare, non scandalizzare i piccoli” (Matteo 18,10). Infine il quarto: “Amare i bambini come Lui stesso, Gesù”, in programma l’11 dicembre alle 21,00. Dalla Parola di Dio alla pastorale ordinaria per l‘infanzia. Suggerimenti e prospettive operative. Don Di Noto coordinerà gli incontri con il supporto qualificato di un diacono e di un seminarista, e di giovani teologi e animatori pastorali delle comunità. “Gli incontri e la lectio divina – spiega il fondatore di Meter – sono un’azione concreta e una operativa risposta pastorale agli inviti di Papa Francesco, alla luce e all‘appello che la Lettera al popolo di Dio e non solo ha rivolto a tutti i battezzati: ‘Il problema è di tutti e tutti dobbiamo agire’, ponendo al centro i piccoli, la loro cura, la loro difesa, la loro bellezza; consapevoli del grande dono della fede che cresce e si alimenta con l’ascolto della Parola di Dio”. “Le ragioni di questi momenti di ascolto della Parola di Dio e di preghiera – sottolinea don Di Noto – sono contenuti nel fatto che una comunità non può agire o pensare se non pone al centro della vita pastorale i piccoli, che sono da amare, come li ama lo stesso Gesù”. Insomma, “una proposta e un appuntamento aperto a tutti coloro che sono o vogliono impegnarsi per l‘infanzia nell‘ottica di una vocazione, di un servizio (diaconia) per chi è ‘piccolo’, si fa ‘piccolo’ per il Regno di Dio”.  


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 18-NOV-20
 

copercom - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed