Copercom - Associazioni
Chat genitori su WhatsApp, come evitare
spiacevoli inconvenienti (anche ai figli)

Come ogni mercoledì appuntamento con i tutorial WeCa su Chiesa e internet arrivati alla terza stagione. Oggi (17 febbraio) si affronta il tema “Genitori in chat: suggerimenti e consigli pratici per non ‘rovinare’ la vita dei propri figli” sul sito www.webcattolici.it, su YouTube e su www.facebook.com/webcattolici. Il tutorial, introdotto da Fabio Bolzetta, presidente dell’associazione dei WebMaster cattolici italiani (WeCa), e condotto da Alessandra Carenzio, ricercatrice presso il Cremit (Centro di ricerca sull’educazione ai media all’informazione e alla tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano, è “una guida alla sopravvivenza alle tanto discusse chat di WhatsApp dei genitori, non-luoghi in cui si svolgono molte delle nostre interazioni quotidiane”. In questa guida, che cerca di mettere ordine “in un coacervo di stili, linguaggi e schemi relazionali”, alcuni spunti preziosi per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti. “La logica è educativa – spiega Carenzio nel tutorial –: non possiamo riprendere i nostri figli davanti agli schermi degli smartphone se anche noi abusiamo delle chat e della disponibilità dei canali di comunicazione, senza rispettare le regole minime della relazione e del confronto civile”. La proposta dei tutorial WeCa è in sinergia con l’Ufficio comunicazioni sociali Cei e il Cremit. Oltre alla diffusione tramite i social network e sul sito www.weca.it, i tutorial vengono trasmessi sulle televisioni del circuito CoralloSat, sono in podcast su Spotify e sulla skill WeCa sui dispositivi Alexa. La novità principale della terza stagione è la collaborazione di WeCa con la Pontificia Academia Mariana Internationalis (Pami): l’ultimo tutorial di ogni mese è dedicato alla figura di Maria in rapporto al mondo della comunicazione. Il video con l’approfondimento  


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 17-FEB-21
 

copercom - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed