Urgenza educativa e nuove frontiere del digitale

Per il 70° di fondazione convegno nazionale Aiart il 24 e 25 febbraio a Roma con studiosi ed esperti del settore

Layout 1

Comunicare 70 volte 7”. Questo il tema del convegno nazionale dell’Aiart che si terrà a Roma il 24 e 25 febbraio (Centro congressi “Bonus Pastor”).

In occasione del 70° di fondazione, l’Associazione cittadini mediali riunirà studiosi ed esperti per richiamare «istituzioni, giornalisti, educatori e formatori ad un’assunzione di responsabilità dinanzi alla sempre più impellente emergenza educativa».

Tanti i temi che verranno affrontati: dalla radiofonia all’intelligenza artificiale, verso la piena cittadinanza mediale. «Un percorso diacronico – spiega una nota – di storie e vicende di 70 anni rivoluzionari anche attraverso i cambiamenti che hanno caratterizzato i tre sentieri su cui Papa Francesco ha rinnovato il mandato all’Aiart: formazione, tutela e testimonianza. E con un’attenzione particolare alle indicazioni del Messaggio per la LVIII Giornata mondiale delle comunicazioni sociali».

Aprirà i lavori Giovanni Baggio (presidente Aiart, massmediologo, preside e rettore dell’Istituto “De Filippi” di Varese). Seguiranno gli interventi  di monsignor Dario Edoardo Viganò (vice cancelliere della Pontificia accademia delle scienze e delle scienze sociali, critico cinematografico e teorico della comunicazione), Boris Jokic (direttore dell’Istituto per la ricerca sociale di Zagabria), Massimiliano Menichetti (responsabile della testata Radio vaticana, Vatican news).

Seguirà una seconda sessione dedicata alla «testimonianza di essere associazione oggi». Tra i relatori che daranno voce alla presenza dell’Aiart sui sentieri indicati dal Papa: Antonio Scrima (coordinatore provinciale Aiart Pesaro), Giacomo Buoncompagni (esperto di intelligenza artificiale – Aiart Marche), il Comitato nazionale e il Comitato scientifico dell’associazione costituito da esperti e professionisti di comunicazione, informazione e formazione di tutta Italia che daranno voce alle richieste degli utenti, soffermandosi «sull’esigenza di tutela, sull’attenzione ai minori e agli adolescenti e sulle risposte istituzionali», conclude la nota.

Il convegno, rivolto a tutti, è riconosciuto dal Miur come programma di formazione.

Sul sito www.aiart.org sarà disponibile il collegamento a Zoom per partecipare online.